top of page
  • Immagine del redattorecfabriani

GrabTree, un bosco della memoria tra verde e archeologia

Aggiornamento: 22 ott 2023

Si parla del nostro progetto GrabTree I AM A TREE sul sito di Wise Society: People for a Sustainable Future

Il progetto di Legambiente e A3Paesaggio prevede la creazione a Roma di una foresta urbana che dia vita al parco archeologico e trasformi in polmone verde uno spazio ai margini

Una foresta della memoria per far risorgere un’area degradata. GRABtree è il progetto ideato da Legambiente, A3Paesaggio e GRAB+ (la rete di cittadini a associazioni che ha disegnato e conquistato il finanziamento MIT/MIBACT per la realizzazione della ciclovia Grande Raccordo Anulare delle Bici di Roma) per la costituzione di un parco urbano con piante e alberi che ricordano chi non c’è più e rendono vitale uno spazio per attività all’aperto. Il parco – costeggiato dal tracciato del GRAB – ospita infatti un lago e un ninfeo, orti urbani, vigneti e un giardino dei frutti dimenticati, un teatro e uno skatepark, una caffetteria e due velo stazioni, nonché 7 colline e 7 boschi sacri di piante commemorative.

«GRABtree – sottolinea Alberto Fiorillo, responsabile aree urbane di Legambiente e ideatore del progetto GRAB – è un progetto dal forte valore sociale, ambientale, paesaggistico ed è anche un acceleratore di processi culturali già in atto in altri Paesi dove i tradizionali luoghi della memoria sono sempre più green e vitali. Si tratta di un upgrade del progetto del Grande Raccordo Anulare delle Bici della Capitale, ed è un modo per cominciare a cambiare Roma, per restituire spazio pubblico ai cittadini e dare una nuova identità e nuove funzioni, sostenibili, ad aree marginali e degradate. Speriamo di poter ragionare presto di GRABtree col Comune di Roma e coi cittadini delle aree interessate dal progetto».


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page